1.5.21 – 8.1.22 GLOB0

(scroll down for the english text)

Il programma espositivo de la rada dell’anno in corso è intitolato Glob0 (Globzero). Si tratta di una serie di 6 esposizioni, di respiro internazionale, che mettono in relazione il locale con il globale. Glob0, mette a fuoco una vasta gamma di argomenti nel contesto dello stato attuale del mondo, riflettendo le sfide e le complessità del nostro tempo. Il titolo Glob0, è una fusione di globale e zero, a indicare l’urgenza di ricominciare da capo. A causa dei recenti cambiamenti sociali ed economici, così come dei progressi della tecnologia dell’informazione, la nostra condizione globale è interconnessa a un livello molto avanzato, consentendo ai cittadini del mondo di considerare una gamma più ampia di prospettive e domande poste da questa nuova realtà. Da maggio a fine anno verranno presentati 6 progetti distinti.  Caratterizzati dalla loro specificità e dalla loro portata globale, e legati dal filo conduttore di un ampio scambio umano, essi rappresentano una pluralità di riflessioni sulla vita contemporanea e sulle sue dinamiche.

Il lancio di Glob0 coincide con l’inaugurazione della nuova direzione collettiva de la rada, composta da curatori e artisti. Descrive i diversi interessi e portata dei partecipanti e il loro desiderio di collegare il locale con il mondo intero. Il nuovo team ritiene che la chiave della conoscenza risieda in una visione pluriprospettica e che uno spazio indipendente abbia la caratteristica di riunire una comunità in uno scambio fluido e stimolante di idee, tendenze e competenze. 

Le attività de la rada sono supportate da Municipio di Locarno, Repubblica e Cantone Ticino, Migros Kulturprozent, Migros Ticino, Pro Helvetia Nuove Leve, Fondo Culturale Sud e Guggenheim Stiftung. Vorremmo ringraziare in particolare Michele Tognetti per il suo costante supporto. 

GLOB0, PROGRAMMA ESPOSITIVO LA RADA 2021

1- Piritta Martikainen

Rêverie. Metamorfosi della visione

Dal 1/5/21 al 29/5/21, Curata da Nadia Bensbih

Nei video e fotografie dell’artista finlandese trapiantata in Ticino, il paesaggio naturale scandinavo e quello ticinese si fondono in visioni dal carattere ora immediato ora onirico. La metamorfosi del volto della natura rivela la magia e lo stupore di cui si fa portavoce l’artista.

2- Oscar Formacio, Byron Gago, Carlos Lara, Fatima Wegmann

Deriva Continental (una storia di abbandono)

Dal 11/6/21 al 10/7/2, Curata da Nina Fiocco e Tommaso Gatti

Con la storia coloniale dell’America Latina come punto di partenza, questa mostra indaga i retroscena delle condizioni attuali che affliggono la regione e, in una portata più ampia, il nostro mondo. Le riflessioni degli artisti diventano materiale per lavori artistici che affrontano questioni di disuguaglianza, estrattivismo delle risorse, economie egemoniche e altri dibattiti postcoloniali

3- Hanna Hildebrand

Omega Transit

Dal 4/8/21 al 4/9/21, Curata da Riccardo Lisi

Un film di fantascienza sperimentale che ha come punto di partenza la partecipazione di persone che hanno vissuto la migrazione e si stanno attualmente integrando in Svizzera. Il progetto opera su molti livelli: come visione individuale di un artista, come sforzo collaborativo, come commento sociale, come esercizio pratico di narrazione con un gruppo di viaggiatori che affrontano nuove sfide in una nuova terra. 

4- Artisti vari

Persistenze

Dal 18/9/21 al 16/10/21, Curata da Jessica Macor e Yimei Zhang

5- Alex Crettenand, Joanna Selinger & Mayar El Bakry

Soundata

Dal 29/10/21 al 27/11/21, Curata da Zaira Oram

Questa è una tappa di un largo esperimento di comunicazione e diffusione, che supera i confini fisici e materiali: un museo del suono su un sito web. Il museo si manifesta negli spazi, e nello specifico in questo capitolo saranno presentate due opere sonore che si relazionano a scienza e natura.

6- Alessio Binda, Lucas Herzig, Xiao Longhua, Lvya, Nicolas Polli, Gabriel Stöckli, Vera Trachsel, Gong Yuwei

Eutropia

Dal 10/12/21 al 8/1/22, Curata da Carolina Sanchez e Yimei Zhang

Un gruppo di giovani artisti svizzeri i esplora uno dei luoghi più ferventi del momento, la Cina, per poi tornare insieme ad alcuni giovani artisti cinesi per presentare al pubblico attraverso una extravaganza multimediale le loro scoperte condivise.

>>>

ENGLISH TEXT:

The current year’s exhibition program of la rada is titled Glob0 (Globzero). It is a series of 6 exhibitions, with an international scope, relating the local to the global.  Glob0, brings into focus a wide range of topics in the context of the world’s current state, reflecting the challenges and complexities of our time. The title Glob0, is a portmanteau of global and zero, indicating the urgent need to start anew. Due to recent social and economic changes, as well as advanced information technology, our global condition is interconnected at a highly advanced level, allowing citizens of the world to consider a wider range of perspectives and questions posed by this new reality. From May until the end of the year, 6 distinct projects will be presented. Characterized by their differences and their global reach, and bound by a common thread of broad human exchange, they represent a plurality of reflections on contemporary life and its dynamics.

The launch of Glob0 coincides with the inauguration of the new collective directorship at la rada, composed of curators and artists. It lays out the diverse interests and reach of the participants and their desire to connect the local area with the greater world. The new team believes that the key to knowledge resides in a poly-perspective vision and that an independent space has the characteristic of bringing together a community in a fluid and stimulating exchange of ideas, trends and skills.

The activities of la rada are supported by Municipio di Locarno, Repubblica e Cantone Ticino, Migros Ticino, Migros Ticino, Pro Helvetia Nuove Leve program, Fondo Culturale Sud e Guggenheim Stiftung. We would like to especially thank Michele Tognetti for his consistent support.

GLOB0, EXHIBITION PROGRAM LA RADA 2021

1- Piritta Martikainen

Rêverie. Metamorfosi della visione

From 1/5/21 to 29/5/21, Curated by Nadia Bensbih

In the videos and photographs of the Finnish artist transplanted to Ticino, the Scandinavian and the Ticinese natural landscapes merge into visions with an immediate and dreamlike character. The metamorphosis of the face of nature reveals the magic and amazement of which the artist is spokesperson.

2- Oscar Formacio, Byron Gago, Carlos Lara, Fatima Wegmann

Deriva Continental (una storia di abbandono)

From 11/6/21 to 10/7/21, Curated by Nina Fiocco and Tommaso Gatti

With Latin America colonial history as its starting point, this exhibition investigates the background to current conditions which plague the region and in a wider scope, our world. The artist’s reflections then become the material for various works of art that address issues of inequity, resource extractivism, hegemonic economies and other postcolonial debates.

3- Hanna Hildebrand

Omega Transit

From 4/8/21 to 4/9/21, Curated by Riccardo Lisi

An experimental science fiction that has as a starting point, the participation of people who have experienced migration, and are currently integrating in Switzerland. The project operates on many levels: as an individual artist’s vision, as a collaborative effort, as social commentary, as a practical exercise of storytelling with a group of travelers facing challenges in a new land.

4- Various artists

Persistenze

From 18/9/21 to 16/10/21, Curated by Jessica Macor and Yimei Zhang

5- Alex Crettenand, Joanna Selinger & Mayar El Bakry

Soundata

From 29/10/21 to 27/11/21, Curated by Zaira Oram

This is a single stage of a large experiment of communication and diffusion, which goes beyond physical and material boundaries: a sound museum on a website.  The museum manifests in spaces, and specifically in this chapter, there will be two sound works presented which relate to science and nature.

6- Alessio Binda, Lucas Herzig, Xiao Longhua, Lvya, Nicolas Polli, Gabriel Stöckli, Vera Trachsel, Gong Yuwei

Eutropia

From 10/12/21 to 8/1/22, Curated by Carolina Sanchez and Yimei Zhang

A group of curious young Swiss artists explores one of the most fervent places at the moment, China, and then returns together with young Chinese artists colleagues to present their shared discoveries to the public through a multimedia extravaganza.

.

.

Con il sostegno di: / Supported by:

.

.

.

.

.

.

.

.

.