04.05.18 – 27.05.18 | TERRITORIES

baltensperger + siepert
@la rada, via della morettina 2, locarno

(scroll down for the English text)

Venerdì 4 maggio alle ore 18, la rada inaugurerà la prima esposizione personale di Baltensperger + Siepert, duo di artisti zurighesi attivi in Svizzera e noti anche al pubblico internazionale.

You travel alone.
You are a woman.
You will be raped.
This cannot be avoided.

Se non siete in grado di sopportare frasi di questo genere, è meglio che giriate al largo della nuova mostra ospitata dalla rada. Dal 4 al 27 di maggio verranno, infatti, esposte le opere del duo Baltensperger + Siepert che spiazzeranno il pubblico per il modo diretto e concreto con cui esse si relazionano alle tematiche del nostro tempo.

L’opera di Baltensperger + Siepert affronta questioni politiche e sociali e scandaglia le convenzioni vigenti, al fine di osservarle da prospettive alternative in grado di produrre una diversa visione di insieme.

Il titolo della mostra si rifa al loro ciclo di opere chiamato Territories, a cui il duo lavora dal 2010. La rada ospiterà per la prima volta le principali produzioni di questa serie che indaga frammenti inerenti al tema delle relazioni di potere territoriali.

Il centro della mostra è costuito dall’ultima opera di Baltensperger + Siepert intitolata Dancing Queens and Power Structures. L’installazione riempie e sovrasta lo spazio espositivo: cento soldati identici di fine ceramica bianca s‘impongono all’interno delle sale della rada con forte disposizione geometrica. Il fragile materiale contrasta il rigoroso gesto della formazione militare e suscita riflessioni su comportamenti collettivi e rappresentazione strutturale del potere.

Tra le varie produzioni, verranno esposte anche Desti-Nation e Ways to Escape One’s Former Country.

Desti-Nation è il prototipo di una grossa boa pilota alimentata da celle solari e dotata di GPS, GSM e di un propulsore elettrico. Una volta posizionata in mare, essa è in grado di fungere autonomamente da faro e guidare le barche dei migranti in mare, garantendo loro un passaggio sicuro nel Mediterraneo verso l’Europa.

Ways to Escape One’s Former Country – Handbook for an Uncertain Migration è un esperimento letterario che affronta il fenomeno della migrazione. L’opera permette ai lettori d‘identificarsi con il punto di vista di un migrante, senza stigmatizzarne ulteriormente la condizione, e li catapulta su diciotto differenti tratte verso l’Europa. All’interno del libro vengono riportate indicazioni su come agire che spiazzano duramente il lettore per la loro schiettezza, confrontandolo con i fatti di un viaggio verso l’incertezza.

L’esposizione mette in risalto l’opera poliedrica di Baltensperger + Siepert, che fornisce così al pubblico gli strumenti per intepretare le tematiche attuali da nuovi potenziali punti di vista.

La mostra è curata da Riccardo Lisi in collaborazione con Silvia Converso e durerà fino a domenica 27 maggio 2018.
Sabato 26 maggio dalle 18 si svolgerà il finissage con la presentazione del libro d’arte A memoria, di Alessandro Ligato e Giacomo Meschini, e il live set audio di Danilo Ligato.

Orari di apertura: dal giovedì al sabato, dalle 14 alle 19 e su appuntamento possibile anche nei giorni festivi. Ingresso libero.

– § –

On Friday the 4th of May, renowned art space la rada in Locarno will open the first institutional solo exhibition by the Zurich based artist duo Baltensperger + Siepert.

You travel alone.
You are a woman.
You will be raped.
This cannot be avoided.

If you cannot endure sentences like this you are strongly advised to avoid the current exhibition at art space la rada in Locarno at all costs. Zurich based artist duo Baltensperger + Siepert will present their work at the art space from 4th – 27th May. The duo’s work has an unexpected, refreshing, and very direct approach to contemporary history.

With their artistic practice Baltensperger + Siepert reflect and examine cultural, social and political issues. Their artworks are tools to help question existing conventions and renegotiate preconceived opinions.

A collection of the most important works of Baltensperger + Siepert’s Territories cycle will be presented in Locarno for the first time. In this work cycle, which the duo started in 2010, they examine fragments of the topic of territorial power relations.

The center of this exhibition is Dancing Queens and Power Structures, the latest art-work of the duo. One hundred identical soldiers made of white, shiny porcelain are placed on a plinth in a strict geometric order. The fragile material contrasts the militant gesture and formation while it provokes thoughts about group behavior and structural representation of power.

Aside from other artworks the internationally known artworks Desti-Nation and Ways to Escape One’s Former Country will also be part of the exhibition.

Desti-Nation is the prototype of guiding buoy. It is equipped with solar panels, GPS, GSM and an electric engine. Once placed in the water, like a moving lighthouse, it guides refugees the fastest and safest way over the Mediterranean Sea to Europe.

Ways to Escape One’s Former Country – Handbook for an Uncertain Migration approaches the phenomenon of migration as a literary experiment. The reader is drawn into 18 journeys on the footsteps of refugees to Europe. The reader is confronted with brutally direct instructions that lead to the unknown without making use of existing stigma or narrative strategies.

The exhibition displays the multifaceted work of the duo, and enables the visitor to renegotiate preexisting opinions and open up to an unknown world.

Territories will be on display until the the 27th of May. The exhibition is curated by Riccardo Lisi, in collaboration with Silvia Converso.
Opening: Friday, 4th of May, 6 pm.
Saturday, May 26th from 6 pm, a finissage will take place with the presentation of the book of art A memoria, by Alessandro Ligato and Giacomo Meschini, and the live sound set by Danilo Ligato.
Open Thursday – Saturday 14.00 – 19.00 and on appointment. Free entry.